Varata una più stretta collaborazione con partner svizzeri per tutelare capitali esteri

Da molti anni la Fiduciaria Marche sta allargando gli orizzonti della sua azione in campo di gestione di capitali all’estero, operazioni finanziarie, societarie, di economia ed ingegneria patrimoniale e operazioni bancarie.

Ciò porta necessariamente a spingere l’acceleratore sui rapporti e le relazioni di internazionalizzazione.Per esempio specializzandosi sempre più come sostituto d’imposta, uno dei core business della Fiduciaria stessa, di recente si sono moltiplicate le pratiche di Voluntary Disclosure, ossia di rientro dei capitali dall’estero.

Molti clienti, sia privati che aziende, chiedono come poter fare per non incappare in sanzioni e multe onerose, rimanendo nella piena legalità di ogni operazione, soprattutto mantenendo anche discrezione e riservatezza sui propri affari. “Lavoriamo soprattutto con Paesi limitrofi come la Svizzera e San Marino ma anche con il Lussemburgo – afferma il presidente della Fiduciaria Marche Valerio Vico – dove è fondamentale avere partner competenti, affidabili e riservati”.

Allargando i confini operativi e componendo una geomappatura della vasta clientela che si affida alla legalità ed alla trasparenza della Fiduciaria Marche, di recente lo stesso presidente Vico insieme all’amministratore delegato Federico Barbieri e al procuratore senior trust Francesco De Benedetto come delegazione si sono recati in Svizzera per rafforzare un accordo collaborativo che va proprio in tale direzione. Ne è nata un’importante collaborazione internazionale nel settore finanza da parte della Fiduciaria Marche con la società di consulenza specializzata “Valeur” di Lugano.

Valeur é una family office che nasce nel 2001 a Lugano con sedi a Locarno, Milano e Lussemburgo. La Valeur ha lanciato il primo Fondo etico europeo che si occupa fra le altre cose di spostamenti di capitali esteri nella massima trasparenza e legalità. Così, grazie a scambi e collaborazioni come questa, una Fiduciaria di natura statica (e non bancaria) come Fiduciaria Marche acquista dinamismo, flessibilità, internazionalità. Caratteristiche e qualità che già la Fiduciaria ha posto in essere entrando a far parte prima dell’Assofiduciaria nazionale, dove il presidente Vico fa parte del Consiglio direttivo e poi del Consorzio Sharefid di Milano.

La Fiduciaria Marche lavora e pone in essere trust a beneficio delle grandi imprese che desiderano tutelare e trasmettere capitali, si occupa di passaggi generazionali, risponde per i suoi clienti alle nuove restrizioni normative su antiriciclaggio, sull’anagrafe tributaria e si adopera per la protezione a 360° dei patrimoni anche familiari.

Con una grande differenza: mentre le banche italiane ed estere devono comunicare per legge all’anagrafe tributaria i dettagli di tutte le transazioni bancarie, la Fiduciaria deve comunicare solo i dati aggregati senza entrare nei dettagli. Ecco uno dei motivi per cui i sevizi della Fiduciaria sono sempre più richiesti a tutti i livelli.

link al pdf dell’articolo

 

Condividi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.