Arrivo allo Juve Stadium

Serata di grandi emozioni a Torino per dirigenti e collaboratori  del gruppo bancario: per Ancona era in campo Federico Barbieri

Si chiama Ubi match day ed è stata una grande opportunità riservata a pochi privilegiati, quella di calcare il manto erboso di uno dei più blasonati ed importanti campi di calcio del mondo: lo Juventus Stadium di Torino.

Per la prima volta al torneo per i dirigenti e funzionari di Ubi Banca era presente anche la Fiduciaria Marche nella persona del socio e amministratore delegato Federico Barbieri. Il torneo prevede tre incontri fra squadre miste, la premiazione e la cena sociale, un’opportunità per conoscersi fra professionisti giocando e socializzando anche con tanto di famiglie e figli al seguito.

Allo stadio, il rendez vous è stato alle 17: strette di mano, presentazioni, aperitivo leggero per i giocatori e visita alla struttura. Veramente una cattedrale del calcio. Nella sala Umberto e Gianni Agnelli, all’interno della tribuna presidenziale dalla quale si vede a 360 gradi uno dei più moderni e tecnologici stadi del mondo, tre coach della Juventus hanno spiegato come si sarebbero svolti gli incontri . Prima i protagonisti giocatori, fra cui appunto il marchigiano Barbieri, in rappresentanza della Fiduciaria Marche, sono stati accompagnati negli spogliatoi dove hanno ritirato il kit di gioco, maglia, calzoncini e calzettoni, borsa e tutto l’occorrente, poi dopo un riscaldamento per valutare stato atletico, propensioni e attitudini di gioco, i tre allenatori, con l’occhio esperto di chi fa questo per mestiere, hanno selezionato per ruoli le tre squadre, scegliendo uno per uno la predisposizione in campo.  Poi, la partita. Un tuffo al cuore quando al fischio d’inizio, si fa sul serio: arbitro, guardalinee, persino telecamere e fotografi per immortalare un momento emozionante: anche con gli spalti vuoti lo Juventus Stadium fa davvero impressione.

“Un’esperienza unica – ha detto Federico Barbieri – quando lo speaker ufficiale ha pronunciato il mio nome è stato un brivido. Sentirsi giocatori di serie A, per un momento, è mica facile…”. Poi, finito il triangolare, abbracci, foto di rito, e tutti nella sala presidenziale per la cena ufficiale nel cuore del club Agnelli. Un onore esserci, per la Fiduciaria Marche: al ritorno, il primo a complimentarsi con Barbieri è stato il presidente Valerio Vico.

qui il link all’articolo del Corriere Adriatico che riporta la notizia dell’evento l2017_07_19_Corriere Adriatico AN_FiduciariaMarche

Condividi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*