Fiduciaria Marche premia Giugliarelli: ancora stagione record per il bilancio

Soddisfazione per il riconoscimento “Marche Prestigio” ed i nuovi traguardi internazionali raggiunti

All’assemblea della Fiduciaria Marche il momento più emozionante è stato di sicuro il festeggiamento dei 90 anni di uno dei fondatori storici: il dott. Mario Giugliarelli, a cui è stata consegnata una targa celebrativa e di ringraziamento per la sua professionalità e il suo impegno. Di seguito il Presidente Valerio Vico ha esibito con grande soddisfazione il “Premio Marche Prestigio”, un riconoscimento che la Regione Marche assegna alle eccellenze che portano alto il nome delle Marche a livelli internazionali, come la Fiduciaria Marche.

Per ciò che concerne il bilancio aziendale poi, il Cda ha dato via libera ai “numeri”. 

E’ ancora stagione di record per la Fiduciaria Marche che chiude il 2023 con un utile incrementato del 25% rispetto al ’22 in controtendenza con gli andamenti di settore e con grande soddisfazione dei soci sia per il risultato che per l’espansione della massa di capitali gestiti che continua a crescere.

“Fra le Fiduciarie non bancarie in Italia siamo in pole position sia per risultati raggiunti che per la crescita di progetti, di capitali gestiti e di iniziative messe in campo negli ultimi anni – ha detto il Presidente Vico – In particolare dal 2020 non ci siamo mai fermati e nonostante la pandemia, le crisi geopolitiche e l’inflazione abbiamo incrementato i clienti sia per numero che per consistenza di beni a noi affidati in gestione”.

“Aumenta al contempo la nostra reputazione nazionale ed internazionale percepita dalla clientela e sempre più apprezzata anche a livello mediatico – afferma l’Ad Federico Barbieri – tanto che Fiduciaria Marche è presente sulla stampa, con interviste, articoli, rubriche su social e tv” e convegni di rilevanza nazionale.

Per ogni funzione e settore di competenza, sono stati individuati i referenti tra dipendenti e collaboratori tanto che l’organigramma di oggi appare come una squadra ben affiatata che sa muoversi in ciascun specifico campo dell’economia e della finanza, dall’antiriciclaggio alla Legge Dopo di Noi, dal Trust alla gestione di capitali e di opere d’arte, sia come nel ruolo di sostituto d’imposta che di trustee, di operatore finanziario sui vari mercati e piazze d’affari esteri, fino al delicato settore dei Patti di famiglia, Passaggi generazionali ed aziendali.

Il Bilancio 2023 che ha ribadito l’importanza del rispetto delle regole e delle leggi nella totale trasparenza ma anche nella piena riservatezza della clientela, ha ribadito la legalità come principio primario in applicazione del proprio Codice Etico anche con l’introduzione della procedura Whistleblowing Policy. Questo presidio di legalità basato sul principio che l’etica deve accompagnare l’economia sana crea nel contempo un ambiente ostile a coloro che vorrebbero utilizzare i nostri servizi per scopi illeciti. La nostra clientela ha così la certezza che un’operazione effettuata tramite la Fiduciaria Marche gli garantisce la completa legalità sotto il profilo civile, fiscale e nel rispetto delle norme sull’antiriciclaggio.

La Massa fiduciaria amministrata sale intanto di un altro 3,23% portando l’incremento totale dal 2020 al 96,75%. L’assemblea della Fiduciaria Marche ha stabilito anche per l’esercizio in questione la distribuzione di dividendi ai soci e si è conclusa con un brindisi e molti nuovi progetti già in essere che nel 2024 vedranno il consolidamento.

Grazie alla sua indipendenza da qualsiasi entità bancaria la Fiduciaria Marche è fermamente intenzionata a continuare nello sviluppo dell’intensa e proficua rete di collaborazioni, contratti e di pubbliche relazioni con piazze estere come Lugano, Montecarlo, San Marino, Londra e Lussemburgo portando a livelli internazionali il buon nome delle Marche anche dal punto di vista delle buone pratiche della gestione economica e finanziaria.