La società fiduciaria può intestare per conto terzi quote di start up innovative mantenendo invariata per i clienti l’opportunità di avvalersi delle relative agevolazioni fiscali e soprattutto continuando a restare anonimi nei confronti dei soci e nei confronti di terze persone.
Tutto questo è stato stabilito dall’Agenzia delle Entrate con la pubblicazione della risoluzione n.9 del 22 gennaio 2015 relativamente alle agevolazioni fiscali previste nel caso di sottoscrizione di quote di start-up innovative per il tramite di società fiduciarie specificando che l’effettivo proprietario delle quote è la persona fisica, sia questa un socio palese o una persona “dietro” l’intestazione fiduciaria.

Qui di seguito il pdf con la risoluzione integrale  della Centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate che chiarisce l’utilizzo del mandato fiduciario nelle start up

Condividi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.