Esperto di finanza e consulente appartenente al team di Fiduciaria Marche, Salvatore Rossi, spiega in un’intervista i vantaggi dei PIR e le loro caratteristiche ed il ruolo svolto da Fiduciaria Marche.

Affidarsi a una fiduciaria e in particolare a Fiduciaria Marche consente di ottimizzare il portafoglio di investimenti per i privati investitori e di utilizzare al meglio le opportunità offerte da questa particolare forma di investimento.

Anche le Piccole Medie Imprese italiane, che esprimono il meglio dell’economia italiana, grazie a questa nuova normativa possono avvicinarsi più direttamente al mercato dei capitali e trovare in Fiduciaria Marche un partner che le accompagna.

I PIR sono un’opportunità nuova inserita nella legge di bilancio della Repubblica Italiana  e hanno lo scopo di veicolare il risparmio delle persone fisiche residenti in Italia  verso le piccole medie imprese, così importanti per l’economia italiana.

L’incentivo per i risparmiatori è rappresentato dalla esenzione completa delle tasse sui rendimenti, sulle plusvalenze e sulle eventuali tasse di successione. In questo modo si crea un canale più diretto per le PMI italiane verso  il mercato, agevolando l’accesso delle imprese al mercato stesso.

Le fiduciarie,  Fiduciaria Marche in primis, possono svolgere un ruolo importante e  specifico.  Per  gli investitori persone fisiche Fiduciaria Marche, che svolge fra le varie attività anche quella di sostituto d’imposta,   può  attestare se un investimento è in linea con la normativa PIR e quindi  vigilare sulla correttezza degli investimenti .

Inoltre la Fiduciaria spesso e volentieri accompagna i clienti nella diversificazione degli investimenti . Molti clienti che diversificano anche rispetto all’Italia aprono tramite la Fiduciaria conti in altri paesi. Tramite la Fiduciaria anche con questi capitali presenti in altri paesi  è possibile beneficiare dei vantaggi dei Piani Individuali di Risparmio. Questa è proprio una particolarità esclusiva, riservata alla categoria della fiduciaria.

I Piani Individuali di Risparmio hanno delle caratteristiche ed in particolare ogni risparmiatore, che deve essere una persona fisica con residenza fiscale nella penisola italiana, può avere intestato un unico Piano Individuale di Risparmio. Vi sono limitazioni di ammontare ed ogni risparmiatore può investire al massimo 30.000 euro all’anno e al massimo 150.000 euro in totale in questa forma di investimento.

Vi sono altre normative che regolano la tipologia degli investimenti , e la durata dell’investimento stesso, che deve essere di minimo 5 anni

 

Salvatore Rossi, esperto di attività finanziarie, in occasione dell’intervista di Senza Età, mette a fuoco con semplicità e chiarezza le principali caratteristiche dei Piani Individuali di Risparmio

a questo link il pdf con il testo integrale dell’intervista a Salvatore Rossi di Fiduciaria Marche

Condividi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*